Arte & Cultura

“Dantedì”, anche la Pianura veronese celebra la figura di Dante Alighieri nel giorno a lui dedicato

Il 25 marzo, data che gli studiosi riconoscono come inizio del viaggio nell’aldilà della “Divina commedia”, si celebra la giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri, istituita nel 2020 dal Consiglio dei ministri su proposta dell’allora ministro della Cultura, Dario Franceschini, e denominata “Dantedì”. Quest’anno la ricorrenza assume un significato particolare, sia per le restrizioni legate alla pandemia tuttora in corso, sia soprattutto perché ricorre il 700° anniversario della sua scomparsa.

La figura del “Sommo Poeta” viene ricordata in tutto il territorio nazionale attraverso una serie di iniziative, organizzate da scuole, enti e associazioni culturali. Nel Basso veronese, la biblioteca comunale di Zevio partecipa con un’iniziativa online: alcuni suoi collaboratori hanno realizzato tre video, pubblicati nell’arco della giornata sulla pagina Facebook dell’ente. Nei primi due video, il professor Tommaso Migliorini, docente di scuola secondaria di secondo grado, ricorda la figura di Dante contestualizzandola nell’attualità attraverso la lettura di alcuni passaggi del testo “Dante, il romanzo della sua vita” scritto dal professor Marco Santagata (1947-2020), e del “Trattatello in Laude di Dante” scritto da Giovanni Boccaccio. Nel terzo, il docente legge alcune terzine della Divina Commedia, tratte dal Canto XXXIII del Paradiso (versi dall’1 al 39).

Anche l’associazione di promozione sociale “Lettori Abc” di Legnago, presieduta da Renata Nalin, ha deciso di celebrare il sommo poeta affidandosi al mezzo video da diffondere sui social network.

La voce narrante (fuori campo) è della vicepresidente Chiara Quaglia (vicepreside del liceo “G. Cotta” di Legnago), in un filmato pubblicato sulla pagina Facebook dell’associazione, fornisce una lettura di un brano tratto dall’opera dantesca più nota, la “Divina commedia”, e più precisamente dal “Canto di Ulisse” (Inferno, Canto XXVI).

Le immagini proposte nel video, oltre ad un ritratto di Dante, ricordano alcuni passi della celebre opera, come quelli legati alle “Colonne d’Ercole”, quando il personaggio di Ulisse racconta del suo viaggio oltre Gibilterra e della sua lotta col gigante Anteo, e al personaggio di Caronte, con gli occhi coperti di barba bianca e circondato dalle fiamme, che fa salire le anime dannate sulla propria barca.

Related Articles

Lascia un commento

Back to top button