Sport

Al Legnago il match di andata dei play-out contro il Ravenna

Il Legnago si aggiudica la prima delle due sfide dei play-out contro la formazione romagnola del Ravenna. Partita spigolosa nella quale, in particolare nel primo tempo, a farla da padrone è stata la tensione. Nella ripresa gli innesti di Chakir e soprattutto Buric hanno fatto la differenza nella formazione biancazzurra.

Parte meglio il Legnago in avvio di gara: un errore difensivo del Ravenna al 3’ manda Giacobbe al tiro, ma il pallone esce di poco a lato della porta difesa da Tomei. Al 12’ bella combinazione tra Ricciardi, Grandolfo e Rolfini su cui la difesa ravennate si salva deviando il pallone in calcio d’angolo. Al 16’ Legnago ancora pericoloso in zona d’attacco con un colpo di testa di Morselli, poi l’arbitro vede un fallo e ferma il gioco. Al 19’ la prima azione pericolosa dei padroni di casa con Sereni: pallone deviato. Poi il Ravenna spinge con più continuità e tre minuti più tardi Perna salva su un tiro di Perri. Al 29’ va al tiro Rocchi per il Ravenna: pallone deviato. Al 35’ il Ravenna ha la più nitida occasione del primo tempo: prima Pizzignacco respinge un tiro da centro area di Sereni, poi Benedetti si divora il vantaggio spedendo il pallone di pochissimo a lato. Il primo tempo tra Legnago e Ravenna termina sullo 0-0.

Il primo quarto d’ora della ripresa scorre senza particolari emozioni, poi mister Colella opera due sostituzioni: entrano Chakir e Buric rispettivamente al posto di Rolfini e Grandolfo. Al 18’ il Legnago ha una buona occasione con Chakir che al momento del tiro si fa anticipare da un difensore ospite. Al 23’ l’episodio che spezza l’equilibrio della gara: Giacobbe viene affossato in area da Benedetti e l’arbitro decreta il calcio di rigore che il neo-entrato Nikola Buric trasforma per il vantaggio biancazzurro. Al 40’ Ravenna vicinissimo al pareggio con Sereni che da centro area di testa spedisce il pallone di poco a lato. Nel primo dei 5’ di recupero concessi dalla terna arbitrale Pizzignacco si supera respingendo con i pugni una conclusione dalla distanza, mentre un minuto più tardi una punizione di Papa termina fuori bersaglio. È questa l’ultima azione della partita, che si conclude con la vittoria del Legnago per 1-0.

In chiave salvezza, la vittoria della squadra biancazzurra è di grande importanza perché, oltre alla vittoria e al pareggio, anche la sconfitta con una sola rete di scarto basterebbe ai ragazzi di mister Colella per salvarsi e disputare quindi il prossimo campionato nella terza serie del calcio italiano. Nello stesso tempo, sarà necessaria la massima attenzione da parte di tutti i giocatori in campo perché fare calcoli in questo momento potrebbe essere rischioso.

Queste le dichiarazioni di mister Giovanni Colella al termine della gara: “Abbiamo interpretato bene la gara, iniziando molto bene, poi gli avversari hanno preso un po’ di campo; nel secondo tempo però abbiamo meritato la vittoria. Essendo uno spareggio, è normale un po’ di tensione che dobbiamo imparare a gestire. Ora ci aspetta il ritorno, perché è vero che abbiamo fatto un buon passo verso la salvezza ma è anche vero che non siamo ancora salvi”.

Related Articles

Lascia un commento

Check Also
Close
Back to top button