Salute

Aulss 9 Scaligera, al “Mater Salutis” è stata inaugurata la nuova Sala angiografica della Uoc di Radiologia

È stata attivata oggi, alla presenza del direttore generale dell’Aulss 9 Scaligera, Pietro Girardi, del direttore sanitario, Denise Signorelli, dell’assessore alle Politiche sociali del Comune di Legnago, Orietta Bertolaso, e del presidente del Comitato dei sindaci del Distretto 3, Flavio Pasini, la nuova Sala angiografica dell’Unità operativa complessa di Radiologia dell’ospedale “Mater Salutis” di Legnago, diretta dal dottor Giulio Cesaro.

Si tratta di un ambiente ibrido, che unisce e integra l’attività diagnostica e quella strettamente chirurgica e interventistica, funzionale per l’effettuazione di interventi mini-invasivi vascolari ed extra-vascolari, il tutto all’insegna di una tecnologia altamente sofisticata. La nuova sala permette di concentrare in un unico spazio le specialità interventistiche, creando un ambiente unitario aperto alla multidisciplinarietà: Chirurgia vascolare, Urologia, Endoscopia digestiva, Nefrologia-Emodialisi, Ortopedia, Diagnostica per immagini.

La nuova sala è un punto di eccellenza del servizio di Radiologia, in quanto è dotata di un potente sistema diagnostico radiologico digitale di ultima generazione in grado di acquisire anche immagini tomografiche tridimensionali che consentono al medico di “navigare” nei vasi sanguigni e di eseguire in tutti i distretti corporei procedure terapeutiche rapide e precise, riducendo al minimo le dosi di radiazioni. L’attività è seguita due medici radiologi, insieme a tecnici sanitari di radiologia medica, personale infermieristico e altri operatori funzionali ai vari percorsi diagnostico-terapeutici.

La spesa per l’acquisto dell’angiografo radiologico, dei relativi accessori e per la sua installazione è pari a circa 630mila euro, finanziata con budget Crite 2019, oltre a circa 300mila euro a carico del bilancio aziendale per il servizio di assistenza e manutenzione per i prossimi sei anni.

L’Aulss 9 Scaligera rende noto che anche nel 2020, nonostante la pandemia di Covid-19, il servizio di Radiologia del “Mater Salutis” ha soddisfatto tutte le richieste pervenute, con interventi di radiografia ed ecoguidati. Un’altra eccellenza è rappresentata dalla presenza della diagnostica interventistica a tomografia computerizzata, già utilizzata in campo diagnostico-oncologico da molti anni, soprattutto in ambito polmonare. Proprio in questi giorni è stata attivata un’ulteriore nuova sala radiologica, con apparecchiatura radiologica telecomandata multifunzionale, utilizzata per la Radiologia tradizionale con modalità morfologiche statiche, e funzionale soprattutto nella diagnostica urologica e gastroenterologica.

Guarda la galleria fotografica

«L’inaugurazione odierna testimonia che, negli ultimi due anni, non siamo stati fermi», afferma Giulio Cesaro. «Abbiamo continuato ad acquisire attrezzature», gli fa eco Pietro Girardi, «C stiamo inoltre adoperando per riuscire a reclutare più personale; in questo momento, quella dell’assenza di personale, è una lacuna dell’intero Sistema sanitario nazionale, che l’emergenza sanitaria legata al Covid-19 ha acuito. La sfida che ci attende è quella di imparare a convivere con un’eventuale nuova epidemia; fortunatamente, i vaccini ci stanno dando una grossa mano». «Questa sala multidisciplinare di interventistica vascolare ed extravascolare è un orgoglio non solo per la città di Legnago, ma è anche un motivo di vanto per l’intero territorio della Pianura veronese», sottolinea Orietta Bertolaso.

Related Articles

Lascia un commento

Back to top button