Sociale

Cerea, l’1 luglio verrà attivato lo Sportello psicologico di ascolto telefonico

Sportello psicologico di ascolto telefonico al via dall’1 luglio a Cerea. Il nuovo servizio promosso dall’assessorato ai Servizi sociali sarà gestito dalla cooperativa VerdeArancio, che metterà a disposizione psicologi e psicoterapeuti iscritti all’Albo nazionale e specializzati nell’aiuto alla persona. Nel mese di luglio, inoltre, ogni martedì sera si svolgeranno dei “Percorsi psicologici” al parco della biblioteca “B. Bresciani”; a settembre, invece, partirà il progetto dedicato alle neo-mamme “È nata una mamma”, che ha l’obiettivo di tutelare la salute psico-fisica ed emozionale della donna, del suo bimbo e del nucleo familiare.

«L’emergenza sanitaria provocata dalla diffusione del Covid ci ha costretto, da oltre un anno a questa parte, a modificare costantemente le rassicuranti abitudini quotidiane e il nostro stile di vita, favorendo il disorientamento e le preoccupazioni e mettendo a dura prova la nostra salute psicologica», spiega l’assessore ai Servizi sociali, Cristina Morandi. «L’incertezza sul nostro futuro», aggiunge, «ha aumentato i disturbi legati al vissuto psicologico, alle emozioni e alle paure delle persone e la percezione del rischio può essere distorta e amplificata. Per questo cerchiamo di fornire un importante contributo attraverso questo servizio».

Già nel corso del 2020, i Servizi sociali di Cerea avevano attivato un supporto telefonico con la psicologa e psicoterapeuta Paola Mantovani. «Un’iniziativa che, ci siamo resi conto, ha facilitato il trattamento di psicopatologie legate sia ad eventi traumatici (morte di una persona cara) sia emotivamente stressanti legati ad esempio alla sfera oncologica. Il supporto telefonico è un servizio indispensabile per i cittadini, soprattutto in questo periodo di ripartenza», sottolinea l’assessore.

Potranno aderire al servizio i cittadini maggiorenni, i genitori, gli over 70, gli imprenditori e i lavoratori, inviando un messaggio Whatsapp oppure un sms al numero 378-3017872, oppure chiamando i Servizi sociali allo 0442-80499. La telefonata sarà riservata, verrà garantita la privacy delle persone e potrà durare circa 45 minuti. Ogni cittadino potrà usufruire di questo servizio per un massimo di tre volte. Se si dovesse riscontrare carattere di urgenza o situazione di pericolo, il professionista è tenuto a comunicarlo tempestivamente ai Servizi sociali.

«A breve forniremo anche tutti i dettagli sui “Percorsi psicologici” al parco della biblioteca e sul progetto “È nata una Mamma”. Ci auguriamo che possano essere utili ai cittadini e alle famiglie ceretane per superare eventuali momenti di difficoltà. Il Comune c’è, e intende fare la propria parte in questo momento particolarmente difficile per molti cittadini», conclude Cristina Morandi.

Related Articles

Lascia un commento

Back to top button