Cronaca & Attualità

Isola Rizza, cambiano gli orari di accesso al parco comunale

L’Amministrazione comunale di Isola Rizza, guidata dal sindaco Silvano Boninsegna, con un’ordinanza emanata lunedì 14 giugno ha adottato misure più stringenti a tutela del decoro urbano e della sicurezza pubblica, e ha inoltre modificato gli orari di accesso al parco giochi ubicato in via Giovanni XXIII.

Nello specifico, l’ordinanza stabilisce alcuni divieti: sporcare, gettare immondizie, rifiuti, carte o altro al di fuori degli appositi cestini portarifiuti, nonché danneggiare panchine e attrezzature per lo svago dei bambini; accedere al parco giochi con biciclette o veicoli in genere, o con cani e altri animali (anche se a guinzaglio); sostare oltre l’orario stabilito; effettuare rumori, schiamazzi o grida, specialmente durante le ore destinate al riposo delle persone; estirpare e/o danneggiare le piante; fumare e consumare bevande alcoliche.

I provvedimenti si rendono necessari, come recita il comunicato dell’Amministrazione comunale, a seguito delle continue lamentele per schiamazzi in orari notturni, nonché dei comportamenti, purtroppo poco consoni, di alcuni giovani verso le giostrine, le panche e gli alberi.

Il parco sarà pertanto accessibile dal 1° aprile al 31 ottobre dalle 8 alle 22 (orario estivo), e dal 1° novembre al 31 marzo dalle 9 alle 18.30 (orario invernale). Un apposito avviso, posizionato nei pressi delle giostrine, fissa l’età massima di utilizzo delle stesse; le attrezzature per i giochi destinati ai bambini non potranno essere utilizzate da chi ha superato il 12° anno di età, con esclusione del gioco “Casetta Tiger” il cui limite di età massima è pari ad 8 anni. «L’area giochi di via Giovanni XXIII – prosegue il comunicato – deve tornare ad essere un luogo di ritrovo per famiglie e ragazzi e non diventare un luogo di vandalismo e maleducazione».

L’amministrazione comunale di Isola Rizza invita i cittadini che dovessero notare atteggiamenti non consoni a segnalare tali comportamenti, contattando le Forze dell’Ordine.

Related Articles

Lascia un commento

Back to top button