Cronaca & Attualità

Villa Bartolomea, il Comune punta a vendere un appartamento a Cerro Veronese ricevuto come lascito

La ristrutturazione costerebbe troppo, meglio puntare sulla vendita. È questa la conclusione alla quale è giunta l’Amministrazione comunale in merito ad un piccolo appartamento ubicato all’interno di un residence a Cerro Veronese, donato al Comune di Villa Bartolomea da un’ospite dell’Ipab “Maria Gasparini”. «Nel corso degli anni», premette l’assessore ai Lavori pubblici e all’Edilizia, Mirella Borin, «questo immobile ha subito un depauperamento per quel che concerne l’intera struttura, sia esterna sia interna. All’interno presenta criticità importanti a causa di cospicue infiltrazioni d’acqua provenienti dal tetto, gli intonaci sono completamente scrostati. Anche i terrazzini sono in condizioni disastrose, e pure la passerella che porta all’abitazione è parecchio usurata, il legno di cui è fatta in molti punti è marcio».

«Alla luce di ciò, abbiamo ritenuto opportuno eseguire una perizia, che ha abbassato il suo valore da 50mila a 36.500 euro. Poiché per il Comune di Villa Bartolomea l’appartamento non costituisce un bene necessario riteniamo sia meglio venderlo», spiega. «L’amministratore», rivela, «ci ha comunicato che l’intenzione è quella di usufruire del Superbonus 110 percento su tutto il residence, ma ciò ci farebbe andare incontro ad una spesa elevata perché i Comuni non possono accedere a tale agevolazione. Inoltre sono venuti alla luce degli abusi edilizi, e sanare le irregolarità comporterebbe un costo ulteriore».

«Constato con piacere che la mia segnalazione inviata tramite pec, relativa alla richiesta di una perizia asseverata», afferma il capogruppo di “Liste unite”, Mirko Bertoldo. «Volevo chiedere se verrà fatto un avviso pubblico, al fine di mettere a conoscenza della vendita il maggior numero di persone possibile».

«Faremo sicuramente un avviso pubblico», assicura il sindaco Andrea Tuzza, «L’intenzione, come ha detto l’assessore Borin, è di vendere l’immobile, quindi forniremo un’informazione ampia, nella speranza che arrivino più offerte».

«Visto che si tratta di un lascito di una signora ospite dell’Ipab», chiede Bertoldo, «c’è l’idea di investire nella Casa di riposo o pensate di utilizzare l’eventuale ricavato della vendita per altre opere?». «L’idea è di impiegare i proventi della vendita per qualcosa che sia legato al sociale. Di certo non verranno usati per la spesa corrente», chiarisce il primo cittadino.

Related Articles

Lascia un commento

Back to top button