Sociale

Solidarietà, il rugby veronese “indossa” i baffi

Nella mattinata di ieri, all’interno della Sala Rossa al Palazzo Scaligero, sono state presentate le iniziative veronesi promosse dalle associazioni “Anymaul” e “Gli invisibili” per “Movember”, il movimento per la sensibilizzazione sui temi della salute maschile. Sono intervenuti: David Di Michele, vicepresidente della Provincia di Verona; Giuliana Guadagnini, psicoterapeuta, consulente in psicologia dello sport per il Valpolicella rugby e vicepresidente dell’associazione “Gli Invisibili”; Alessandra Zaghi, presidente dell’associazione “Gli Invisibili”; Michele Perazzoli, presidente dell’associazione “Anymaul” e Sergio Ruzzenente, presidente del Valpolicella rugby.

Agli appuntamenti in programma a novembre parteciperanno per la prima volta buona parte delle compagini del rugby veronese: Valpolicella rugby; Verona rugby; West Verona rugby; Scaligera Verona rugby; Scaligera Valeggio rugby; Guardians Legnago; Lupos San Giovanni Lupatoto; Cangrandi Old rugby; Mastini Cangrandi rugby in carrozzina; Verona Touch rugby; Touch rugby Dolcè e Rugby in ospedale. Aderirà anche il Cus Verona.

Le società raccoglieranno fondi a novembre distribuendo, durante le loro attività, “Il giuoco del rugby o del pallone ovale”: un manifesto ristampato del gioco dell’oca degli Anni ‘30 con i loghi delle squadre del rugby scaligero. Inoltre, diversi rugbisti prenderanno parte alle conferenze di informazione e sensibilizzazione sulla prevenzione delle malattie maschili. Agli appuntamenti – coordinati da Giuliana Guadagnini e Patrick Pinter, medico chirurgo e consigliere dell’associazione “Anymaul” – interverranno andrologi, urologi, oncologi, nutrizionisti e psicologi per dare indicazioni sulle malattie, le cure, le diagnosi e la prevenzione.

Due degli incontri saranno dedicati alle scuole: il 16 novembre per le classi quarte e quinte dell’istituto Anti e il 18, in videoconferenza, per diverse classi di altri istituti scaligeri.

Infine, per raccogliere fondi per la ricerca, sarà in vendita nel mese di novembre la birra Movember, disponibile nei locali aderenti all’iniziativa: Osteria Fuori Porta, San Mattia, Bar Trieste (Povegliano), Special Mr Martini, Santa Maria Craft Pub, Settimo cielo (Pescantina) e Ai Preti. “Movember” – parola che unisce “moustache” e “november”: il mese, novembre, dei baffi – è una fondazione benefica che opera a livello mondiale e che si occupa di alcuni dei problemi più gravi che colpiscono gli uomini, come il tumore della prostata e del testicolo.

Related Articles

Lascia un commento

Back to top button