Sport

Legnago Salus, mister Serena vuole la sua prima vittoria

E’ un febbraio praticamente senza soste, quello del Legnago Salus, alla terza partita in una settimana, la seconda consecutiva tra le mura amiche del “Mario Sandrini”. Dove, però, martedì i biancazzurri hanno buttato via una buona possibilità di smuoversi un po’ dal pantano delle ultime posizioni, dove ormai da troppo tempo la squadra langue.

I ragazzi del Bussè, infatti, sono stati sconfitti in rimonta dal Lecco, dopo che avevano chiuso il primo tempo in vantaggio per 1-0, grazie a una splendida punizione di Nikola Buric. Poi, a metà della ripresa, un’ingenuità difensiva è valsa agli ospiti il rigore dell’1-1, che ha tagliato le gambe ai padroni di casa, con la conseguenza del raddoppio lombardo.

Per mister Michele Serena, subentrato in panchina a Giovanni Colella durante le festività natalizie, è stata la seconda sconfitta consecutiva dopo quella bolzanina contro il Südtirol primo in classifica, dove peraltro la squadra ha disputato un ottimo match, creando addirittura più occasioni da gol degli altoatesini, che hanno però avuto il merito di saper sfruttare al meglio le proprie. Stante il pareggio al debutto nel derby contro la Virtus, il tecnico veneziano insegue ancora la sua prima vittoria da legnaghese.

La nuova occasione per rompere il ghiaccio sarà appunto domani, quando il Legnago Salus affronterà il Piacenza, compagine che in classifica ha dieci punti di vantaggio sui biancazzurri e occupa la nona posizione sul tabellone, che significherebbe play-off.

Una bella rimonta, quella degli emiliani, partiti con il freno a mano tirato (come il Legnago, peraltro), centrando la prima vittoria solo alla settima giornata, quando superarono con uno striminzito e noioso 1-0 proprio i biancazzurri, non vincendo però nessuna delle cinque gare successive.

La svolta tra fine ottobre e la prima metà di novembre, con sette punti in tre partite, seguita da una nuova serie senza vittorie ma con tanti pareggi, e una ripartenza nelle ultime due sfide, con altrettanti successi (entrambi per 1-0) su Mantova e Virtus Verona.

Per superare i piacentini, Serena dovrebbe affidarsi nuovamente al 4-3-3, con Enzo in porta, Bruno a destra e Ricciardi a sinistra, a meno che non venga fatto rifiatare inserendo Rossi, o spostando Stefanelli a fare il terzino. Per la coppia centrale, scontato il rientro dalla squalifica di capitan Bondioli, potrebbe rifiatare Gasparetto, con Pellizzari al suo posto.

A centrocampo, difficile pensare a una rinuncia a Yabre come mediano, è “lotta” per i due posti da mezzali: Lollo dovrebbe partire nuovamente titolare, Antonelli, Giacobbe e Paulinho sono tutti potenzialmente da undici di partenza, ma ne giocherà uno solo.

Davanti, infine: imprescindibile Buric, dovrebbe tornare dall’inizio anche Juanito Gomez, togliendo la maglia a uno tra Sgarbi e Contini.

Related Articles

Lascia un commento

Back to top button