Ambiente

Poste italiane vuole diventare sempre più ecosostenibile anche in provincia di Verona

L’Earth Day rappresenta la più grande manifestazione ambientale del pianeta, un appuntamento durante il quale milioni di cittadini sparsi in tutto il mondo si uniscono per celebrare la Terra e per promuoverne la salvaguardia. Negli ultimi anni oltre un miliardo di persone è stato coinvolto in tutto il mondo, contribuendo a far nascere quella “green generation” che guarda a un futuro libero dall’energia da combustibili fossili in favore di fonti rinnovabili, alla responsabilizzazione individuale verso un consumo sostenibile, allo sviluppo di una green economy e a un sistema educativo ispirato alle tematiche ambientali.

L’azienda Poste italiane coglie l’occasione per comunicare che, attraverso la propria politica di sostenibilità ambientale adottata nel 2019, si impegna a promuovere, nella sua catena del valore, un uso efficiente delle risorse naturali e un’attenzione alla ricerca di soluzioni innovative, a tutela della salvaguardia dell’ambiente.

In particolare, Poste italiane punta a prevenire, gestire e, ove possibile, ridurre gli impatti ambientali generati direttamente attraverso le proprie attività operative, in particolare, provenienti dall’utilizzo degli immobili e dalle attività logistiche e di trasporto.

In provincia di Verona, a disposizione dei portalettere, ci sono già 42 veicoli elettrici (auto, tricicli e quadricicli), 57 auto ibride plug in, 10 auto bi-fuel a metano, 109 tricicli a benzina a basse emissioni e 8 biciclette. Il piano di rinnovo della flotta aziendale prevede una riduzione del 30% delle emissioni di anidride carbonica entro il 2025 e nel 2030 il raggiungimento della “carbon neutrality”, ovvero il bilanciamento tra le emissioni di gas serra generate e quelle riassorbite. Entro il 2024, inoltre, è prevista la totale sostituzione del parco veicoli di Poste Italiane per un totale di 26 mila mezzi green.

Diversi anche gli interventi immobiliari realizzati nel corso del 2021, che hanno portato a un forte efficientamento energetico nella provincia di Verona. Sono stati infatti conclusi i lavori relativi al nuovo centro di recapito di Bussolengo. Protagonisti della svolta green anche gli uffici postali della provincia di Verona; sono stati installati i led in 114 sedi.

Proprio attraverso queste iniziative concrete realizzate nella provincia di Verona, Poste italiane vuole confermare la rilevanza dei temi ambientali e ribadire l’impegno per diventare un’azienda a zero emissioni nette entro il 2030.

Related Articles

Lascia un commento

Back to top button