Eventi

Bovolone, “Arte in parte” è tornata con la commedia “Amici in comune”. L’incasso sarà devoluto per aiutare l’Ucraina

Lo scorso fine settimana, a Bovolone, divertimento e solidarietà sono andati a braccetto. Nelle serate di sabato 23 e domenica 24 aprile, infatti, al Teatro Astra è stato messo in scena lo spettacolo intitolato “Amici in comune”, interpretato dalla compagnia “Arte in parte”; il ricavato dei due eventi – organizzati dalle locali sezioni dell’Unitalsi e dell’Acli – verrà devoluto per aiutare la popolazione ucraina, costretta a fare i conti con le tremende conseguenze dell’invasione militare compiuta dalla Russia.

Gli attori Fabio Milani, Luciano Beltrame, Federico Beltrame, Alessio Todeschini, Giorgio Maragnoli e Davide Passaia hanno fatto ridere il pubblico, strappando applausi a scena aperta, grazie ad una storia coinvolgente caratterizzata da gag brillanti e dall’assenza di tempi morti.

La trama ruota attorno ad uno sgangherato gruppo di amici, che è solito trovarsi per giocare a calcetto; quando uno di loro (“El Faina”) avanza – tra il serio e il faceto – l’ipotesi di candidarsi a sindaco del paese un altro componente della comitiva gli “ruba” l’idea, dando il via ad una serie di eventi che si concluderanno con un finale a sorpresa.

«Non è la prima volta che salgo su questo palco ma credetemi, io mi emoziono sempre, sopratutto quando sono al fianco di “Arte in parte”, per via del cammino che abbiamo percorso assieme», afferma un emozionato Paolino Turrini, assessore del Comune di Bovolone con delega ai Servizi sociali, alle Politiche famigliari e ai Rapporti con la Casa di riposo “S. Biagio”, rivolgendosi agli spettatori al termine della rappresentazione di sabato.

«Come sapete ho ricoperto a lungo la carica di presidente dell’Unitalsi, ruolo a cui ho dovuto rinunciare per questioni di incompatibilità», ricorda, «Si è quindi deciso di dare spazio ai giovani. La nostra nuova presidente ora è Sara Grezzani, che ha 27 anni. La stessa cosa l’ha fatta anche l’Acli, il presidente è il 20enne Andrea Vaccari. Io sono il passato, loro saranno il futuro».

«Ringrazio la parrocchia, che ci ha concesso l’uso del teatro, l’Amministrazione comunale per aver patrocinato l’iniziativa e la consigliere comunale di minoranza Silvia Fiorini per essere presente», conclude Turrini.

Fabio Milani, invece, a nome della compagnia “Arte in parte” ha espresso tutta la sua gratitudine al numeroso pubblico che ha affollato il Teatro Astra, e alle compagnie teatrali “Fildefer” e “Neverland” per aver prestato loro parte del materiale tecnico senza chiedere alcunché.

Il giorno successivo, tra coloro che hanno scelto di assistere ad “Amici in comune”, c’era il sindaco Orfeo Pozzani; al primo cittadino bovolonese è stata consegnata in dono la sciarpa dell’Unitalsi.

La commedia verrà replicata sabato 30 aprile, alle 21, al Gss Casella (via Casella 71/b); il costo del biglietto è di 7 euro, e comprende una degustazione di risotto (a partire dalle 20). La prenotazione è obbligatoria, e può essere effettuata utilizzando il numero telefonico 339-5702414.

Guarda la galleria fotografica

Related Articles

Lascia un commento

Back to top button