Eventi

Villa Bartolomea, dopo due anni di assenza ritorna la Sagra di San Bartolomeo

Un ritorno atteso in modo spasmodico dall’intera comunità di Villa Bartolomea. Il capoluogo, dopo due anni di stop forzato dovuto alle restrizioni imposte dalla pandemia di Covid-19, si prepara a far festa grazie alla tradizionale Sagra di San Bartolomeo, giunta alla 219esima edizione.

«Siamo carichi e felici nel proporre anche quest’anno il programma della nostra sagra paesana, che si terrà da giovedì 25 a martedì 30 agosto con qualche piccola novità», affermano i membri del Gruppo feste Villa Bartolomea che, come è ormai consuetudine, si occuperanno dell’organizzazione della manifestazione. «Innanzitutto», spiegano, «la nostra presenza sarà più massiccia anche alla processione di mercoledì 24 agosto, giorno del nostro Santo Patrono, visto che in quella serata non sarà attivo lo stand gastronomico. Il parco giostre verrà completamente organizzato lungo via IV Novembre e nella nuova area parcheggi di fronte all’asilo».

Giovedì 25 agosto verrà riproposta la “Festa della famiglia e delle associazioni”, con un menù a prezzi scontati e giostre con biglietti a costo ridotto per tutta la serata. Sabato 27 agosto sarà invece la volta della prima “Supertombola” (il cui montepremi è di 2.500 euro). Il giorno successivo si terrà la corsa non competitiva “Colorando Villa 2.0”. Martedì 30 agosto, infine, avrà luogo la seconda “Supertombola” (anch’essa con un montepremi di 2.500 euro), seguita da uno spettacolo pirotecnico.

«Tutte le serate», sottolinea il Gruppo feste Villa Bartolomea, «saranno allietate da ottima musica, con gruppi e orchestre di spessore. Il menù proposto ricalca le nostre tradizioni e, come al solito, il nostro impegno sarà massimo per soddisfare – speriamo – tutti i palati».

«Tutto ciò è possibile grazie all’esperienza maturata negli anni precedenti, seguendo i preziosi consigli ricevuti ma soprattutto grazie al contributo di tutte le famiglie, le aziende, i negozi, le associazioni, i volontari, l’Amministrazione comunale e allo spirito di tutte le squisite persone che ci accompagneranno dal cielo», dichiarano i componenti del Gruppo feste Villa Bartolomea.

«Celebrare la festa del patrono per una comunità cristiana porta con sé un duplice significato», afferma il parroco di Villa Bartolomea, don Alessio Lucchini, «Il primo è riunirsi come famiglia e con allegria ricordare le tradizioni belle e buone che segnano le occasioni di festa; visto il recente passato abbiamo estremo bisogno di festeggiare e rallegrarsi in modo sano e genuino: giocando, mangiando, scherzando. Il secondo è motivare la nostra allegria e festa alla luce delle radici cristiane. Così l’augurio è che la nostra relazione con Dio possa dar maggior spessore alla nostra festa, la preghiera ci aiuti ad assaporare meglio risotti, primi piatti, grigliate e tutte le altre pietanze che lo stand offre, la fraternità e la ricerca della pace ci faccia gioire nel giocare, andare in giostra e stare assieme. Ci sarà anche spazio per la condivisione partecipando alla pesca di beneficenza organizzata dalla parrocchia. Buon lavoro a tutti i volontari del Gruppo feste e buona festa del Santo Patrono a tutti coloro che vi parteciperanno nei modi più vari».

Related Articles

Lascia un commento

Back to top button