Sport

Legnago Salus di nuovo contro dei granata veneziani per rifarsi

Pronta occasione di riscatto, domenica pomeriggio al “Mario Sandrini”, per il Legnago Salus di mister Massimo Donati. I biancazzurri, infatti, sono reduci dalla prima sconfitta stagionale, patita per 1-0 al “Ballarin” di Chioggia contro l’Union Clodiense, grande favorita per la vittoria finale.

Un big match che i ragazzi del Bussè hanno dovuto affrontare non nelle migliori condizioni, trovandosi a dover rinunciare a capitan Rocco per un acciacco, e dovendolo rimpiazzare con un giocatore, Cognigni, a sua volta appena rientrato da un infortunio, e quindi non certo al top della forma.

Quella che, nel frattempo, si spera abbia trovato Kenneth Van Ransbeeck: il metronomo belga ha vissuto l’inizio della stagione fermo ai box, e fino a domenica Donati aveva trovato comunque la maniera di sopperire al problema, con il giovane Casarotti prima, e con l’inserimento di Moussa Baradji poi. Ma contro un top team come quello chioggiotto, la “soluzione tampone” non è bastata e, infatti, il Legnago ha cominciato a giocarsela alla pari con gli avversari solo quando è entrato in capo il suo “numero 8”.

KVB ha preso in mano le redini del gioco, distribuendo passaggi illuminanti e facendo tornare a correre gli esterni, una delle armi dell’impianto di gioco studiato da Donati.

Che dopodomani, quando curiosamente la sua squadra affronterà di nuovo una compagine della provincia veneziana e dal granata come colore sociale, ossia il Portogruaro (neopromosso dall’Eccellenza, ma con trascorsi anche in Serie B, schierando tra gli altri un giovane Mirko Giacobbe, che ha poi fatto due anni e mezzo importanti, a Legnago, tra D e C), dovrebbe dunque partire proprio da Van Ransbeeck in regia per disegnare la formazione titolare.

A fianco del belga, pare insostituibile Mariano Bernardini come mezzala destra mentre, sul fianco opposto la scelta è addirittura tripla. Il tecnico, infatti, può optare per il “classico” ballottaggio tra i due 2004 Sternieri e Santi, oppure optare per una mediana “vecchia”, schierando Baradji mezzo sinistro.

In questo caso, però, dovrebbe necessariamente schierare titolare su una delle due fasce Zarrillo, classe 2005, per rispettare la regola del gli “under”.

Sugli esterni, peraltro, la concorrenza è già forte, dato che finora ci sono stati di fatto tre titolare per due posti, con il destro Marcellusi, il mancino Mazzali e l’ambivalente Muteba.

Nel terzetto arretrato davanti al portiere Di Stasio, la posizione di centrale dovrebbe toccare a Sbampato, con Noce “braccetto” destro e ballottaggio tra Ruggeri e Musumeci per il lato sinistro.

Davanti, infine, dovrebbe esserci un nuovo partner per il fin qui inamovibile Sambou: il Legnago Salus, infatti, ha annunciato il tesseramento di Boris Kouassi, marcantonio ivoriano 23enne di quasi due metri, reduce da diverse esperienze spagnole, l’ultima delle quali con il Real Murcia.

Related Articles

Lascia un commento

Back to top button