Salute

Il “Mater Salutis” partecipa alla “Giornata mondiale dell’osteoporosi”

In occasione della “Giornata mondiale dell’osteoporosi”, in programma il 20 ottobre, l’Azienda Ulss 9 Scaligera partecipa alla settima edizione dell’(H)-Open Day sull’osteoporosi, promosso da Fondazione Onda e dedicato alla salute delle ossa con l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione sull’importanza della prevenzione primaria e della diagnosi precoce.

L’osteoporosi consiste in una condizione silente e asintomatica di deterioramento dell’architettura ossea e di riduzione della massa minerale, con conseguente aumento della fragilità dell’osso e maggior rischio di fratture spontanee o a seguito di traumi anche di minima entità.

Tra le oltre cento strutture del network dei Bollini Rosa che hanno aderito all’iniziativa, all’interno dell’Aulss 9 Scaligera ci sono gli ospedali “Magalini” di Villafranca e “Mater Salutis” di Legnago, che offriranno servizi gratuiti clinico-diagnostici e informativi alla popolazione femminile.

Per ciò che concerne il nosocomio legnaghese, nella Sala Campedelli della palazzina direzionale, il 20 ottobre è in programma – dalle 15.30 alle ore 17 – la conferenza “Io curo la mia osteoporosi”; il dottor Romildo Gasparini, della Uoc Geriatria del “Mater Salutis” tratterà della storia dell’invecchiamento osseo (per assistere alla conferenza non è necessaria prenotazione).

In Italia, stando ai dati del report del “The Scorecard for Osteoporosis in Europe” (Scope) dell’International Osteoporosis Foundation, si stima che siano 4.359.000 le persone colpite da osteoporosi, di cui il 79,8 % sono donne. Nello specifico, il 23,4 % delle donne e il 6,9 % degli uomini con più di 50 anni hanno questa patologia.

Related Articles

Lascia un commento

Back to top button