Economia

Il Consorzio Zai aiuterà l’Ucraina nella fase di ricostruzione del Paese

Dalla collaborazione tra il presidente di Consorzio Zai – Interporto Quadrante Europa, Matteo Gasparato, con il consigliere regionale Daniele Polato e tra il management del Quadrante Europa con il ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, è nato l’impegno a cooperare per supportare l’Ucraina nell’impegnativa fase di ricostruzione del Paese. In particolare, l’obiettivo è quello di collaborare sul corridoio terrestre numero 5, una delle vie principali di comunicazione dell’Europa centro-orientale che collega i territori di Kiev e Leopoli con il nord-est italiano, di modo che i porti marittimi di Venezia e Trieste possano diventare i loro scali di riferimento, mentre Verona con il suo Quadrante Europa la principale base logistica in funzione retroportuale. «Così facendo», sottolinea il ministro Urso, «il Quadrante Europa potrà scendere in campo in qualità di più grande piattaforma logistica sul corridoio per contribuire concretamente alla ricostruzione ucraina».

«Come Presidente di Consorzio Zai – Interporto Quadrante Europa esprimiamo grande soddisfazione per le parole di fiducia del ministro e per il riconoscimento della nostra realtà», dichiara Gasparato. «A questo proposito», aggiunge, «ci sentiamo onorati di affiancare il nostro Paese nel concorrere alla ricostruzione ucraina, mettendo le nostre infrastrutture logistiche a disposizione della collaborazione internazionale e umanitaria. Questo ci permetterà di accrescere sempre più la sinergia già esistente con i porti di Venezia e Trieste e, di conseguenza, di rafforzare la crescita della nostra economia veronese. In questo modo, siamo convinti che la collaborazione tra le nostre infrastrutture logistiche e Confindustria – coadiuvati dal ministero – non solo porterà benefici per i territori ucraini ma darà anche una forte spinta per il rilancio dell’economia nazionale».

Related Articles

Lascia un commento

Back to top button