Arte & Cultura

La biblioteca “M. Donadoni” di Bovolone ospiterà l’iniziativa “La notte dei pupazzi”

La biblioteca è un luogo magico dove anche i nostri amati peluche, per una notte, possono prendere vita e trasformarsi simpatici lettori. Questo è ciò che accadrà durante la “Notte dei Pupazzi”, un’iniziativa ispirata alla Stuffed Animals Sleepover – una pratica diffusa negli Stati Uniti e ora anche in Giappone, dove viene chiamata Nuigurumi Otomarikai – che il Comune di Bovolone propone a tutti i bambini tra gli 0 e i 10 anni.

In vista della “Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore”, che si celebrerà martedì 23 aprile, la Biblioteca “M. Donadoni” di Bovolone accoglierà i peluche portati dai bimbi del paese. Essi, durante la notte, diventeranno protagonisti di alcuni momenti di lettura insieme alle Fate Nella e Rosanna; dal 23 aprile tutti i bambini potranno tornare in biblioteca per riprendersi il proprio peluche, ricevendo alcuni doni e la possibilità di avere in prestito il libro letto dal proprio pupazzo.

«La “Notte dei Pupazzi” è un’idea semplice ma di un’intima bellezza; è un’opportunità per tutti i nostri giovanissimi amici per avvicinarsi alla biblioteca e al mondo della lettura iniziando, magari proprio in questa occasione, il loro cammino di lettori», spiega l’assessore alla Cultura, Emanuele De Santis. «La conferma della bontà di questa idea», aggiunge, «arriva da uno studio di Ōzaki Yoshihiro dell’Università di Okayama, che ha verificato la sua efficacia su un gruppo di 42 bambini in età prescolare, riuscendo ad attribuire un effetto positivo per quanto concerne l’incentivazione alla lettura».

La fase di raccolta dei peluche avverrà a partire da domani sino al 20 di aprile presso la Biblioteca civica “M. Donadoni” di Bovolone, negli orari di apertura della stessa.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Pulsante per tornare all'inizio