Sociale

Il progetto “GenerAzioni” intende contrastare la povertà educativa

La Presidenza del Consiglio dei Ministri, attraverso il Dipartimento per le Politiche della Famiglia, promuove e finanzia il progetto “GenerAzioni”, che vede come capofila l’Associazione Don Giuseppe Girelli – Impresa Sociale onlus in partnership con l’Azienda Ulss 9 Scaligera, i Comuni di Albaredo d’Adige, Ronco all’Adige, Oppeano, la cooperativa sociale Il Ponte ed il Circolo Noi di Ronco all’Adige.

Il progetto – in partenza questo mese – promuove interventi nell’ambito del contrasto alla povertà educativa e del sostegno delle opportunità culturali ed educative di persone minori di età (nella fascia 11-17 anni).

Attraverso l’attività progettuale di “GenerAzioni”, l’Associazione Don Girelli, l’Ulss 9 e le associazioni del Terzo Settore propongono diverse esperienze educative a ragazzi tra gli 11 e i 17 anni a rischio di dispersione scolastica, povertà sociale ed economica. Lo scopo del progetto è ridurre il rischio di abbandono scolastico e di emarginazione sociale dei soggetti più vulnerabili. Un’ulteriore finalità consiste nel mettere in piedi una rete di supporto tra famiglie del territorio, anche con bisogni specifici differenti. L’obiettivo è costruire, insieme alle famiglie, una “Comunità Educante” sul territorio, in particolare nell’area della Pianura Veronese comprendente Ronco all’Adige, Albaredo d’Adige, Oppeano e i comuni limitrofi.

«Si tratta di un progetto importante», dichiara il direttore generale dell’Ulss 9 Scaligera, Patrizia Benini, «che vede operare in sinergia forze diverse che operano sul territorio della Pianura Veronese, come la nostra Azienda, l’Associazione Don Girelli, le associazioni del Terzo Settore, all’interno di una offerta culturale ed educativa rivolta ai ragazzi che hanno difficoltà di integrazione e inserimento. Queste attività permetteranno ai giovani di sentirsi parte attiva di un ambiente sociale, ma anche di conoscere e capire il valore e la bellezza del territorio in cui vivono. Potranno così fare esperienze nuove, apprezzando la loro vita all’interno di una comunità. Il disagio degli adolescenti minorenni rappresenta uno dei problemi più complessi della nostra società; è necessario affrontarlo insieme, dato che non esiste un singolo attore che abbia pronta una soluzione. La risposta ai bisogni e alla povertà educativa dei ragazzi può arrivare solo dalla sinergia tra famiglie, scuola, istituzioni, ambiti sociali e associazioni».

«”GenerAzioni” è un esempio virtuoso di co-progettazione e collaborazione pubblico-privato, nella quale vengono investite le migliori energie di ciascun partner nel rigoroso rispetto dei ruoli secondo il principio “cuore e cervello del pubblico, muscoli del privato”», osserva li direttore generale dell’Associazione Don Giuseppe Girelli – Impresa Sociale onlus, Giuseppe Ferro. «Andiamo a intercettare», aggiunge, «una fascia problematica, quella degli adolescenti tra gli 11 e i 17 anni. I dati a livello nazionale sono allarmanti: per questa fascia di età gli esordi psicotici sono aumentati del 40 per cento. In tutto questo si inserisce il tema della dispersione scolastica, che in Italia ha toccato livelli preoccupanti, dato che circa il 24 per cento dei ragazzi non raggiunge la preparazione base per accedere all’Università. Il progetto “GenerAzioni” vuole appunto sostenere gli istituti scolastici, attraverso una serie di attività all’aria aperta e non solo, per costruire una comunità educante».

«Il progetto che vede l’interesse della Presidenza del Consiglio dei Ministri, attraverso il Dipartimento per le Politiche della Famiglia, dà la misura dell’importanza che riveste per l’Azienda Ulss 9, per l’Associazione Don Girelli e i soggetti coinvolti, vale a dire i Comuni della Pianura, il mondo della Scuola, le famiglie, le Parrocchie e le Associazioni del Terzo Settore. Noi, come azienda, crediamo fortemente nel tema della co-programmazione e della co-progettazione, e quindi nell’importanza di fare rete e creare collaborazione tra istituzioni e società», sottolinea il direttore dei Servizi Socio-sanitari dell’Ulss 9 Scaligera, Maurizio Facincani.

«Da anni, come cooperativa sociale, collaboriamo con l’Associazione Don Girelli – Casa San Giuseppe. Ora mettiamo a disposizione la nostra professionalità per questo nuovo progetto, “GenerAzioni”, in cui noi crediamo molto e che riteniamo importantissimo, visto che si rivolge alle giovani generazioni», afferma il presidente della cooperativa sociale Il Ponte, Luigino Rigo.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Pulsante per tornare all'inizio