Cronaca & Attualità

Villa Bartolomea, l’Amministrazione comunale consegna a tredici alunni meritevoli una borsa di studio

La miglior conclusione possibile di un ciclo di studi che li ha visti assoluti protagonisti in virtù dell’enorme impegno da loro profuso. Venerdì 2 luglio, al Teatro Sociale di Villa Bartolomea, tredici ragazzi che hanno appena concluso la classe terza – ottenendo un voto pari a 10 o a 10 e lode – hanno idealmente salutato la scuola secondaria di primo grado ricevendo come premio per i loro sforzi una borsa di studio elargita dall’Amministrazione comunale.

A salire sul palco per farsela consegnare dal sindaco Andrea Tuzza e dalla vicesindaco Francesca Rigo sono stati Desireè Bozzolan, Giada Cappellari, Carlotta Guerrer, Sofia Serinolli, Vanessa Bellini, Marco Bernardinello, Nicolò Mantovani, Annalisa Rossi, Giacomo Battistara, Vittoria Bellini, Valentina Nardin, Angelica Rigo e Mirko Sartori.

«Siamo contenti che ci siano tante eccellenze. Speriamo che questo sia per loro un punto di partenza per fare sempre meglio, per far valere le loro qualità», è il commento diffuso dall’Amministrazione comunale alla vigilia della cerimonia. In virtù delle disposizioni anti-Covid volte ad evitare il pericolo di assembramenti, hanno potuto prendere parte all’evento solamente cinque familiari per alunno (oltre a sei docenti dell’Istituto comprensivo “Carlo Ederle).

«Il fatto che il Comune eroghi le borse di studio per meriti scolastici è segno di sinergia tra istituzioni, e che l’Amministrazione crede nella cultura», afferma Luigi Ghirelli (intervenuto in rappresentanza della dirigente scolastica Cristina Ferrazza).

«I ragazzi non sono stati bravi solo per l’impegno e la conoscenza, ma anche per la collaborazione con gli insegnanti e la curiosità», gli fa eco l’insegnante di lettere Paola Cotrufo.

«Questo è solo il punto di partenza per un impegno scolastico e lavorativo che, per questi giovani alunni, deve essere costante e consapevole, affinché possano costituire un esempio positivo e uno stimolo a dare sempre il massimo anche per gli altri», osserva la vicesindaco Francesca Rigo.

«Non si è mai bravi da soli ma sempre insieme agli altri, collaborando con i compagni e i professori per essere aiutati e aiutare a propria volta nei momenti di crisi», sottolinea il primo cittadino Andrea Tuzza.

Related Articles

Lascia un commento

Back to top button