Cronaca & Attualità

Legnago, stasera prende il via il ciclo di eventi dedicato alle famiglie “Occasioni di incontro”

Fornire spunti di riflessionni, informazioni e consigli utili finalizzati a salvaguardare e ad accrescere il benessere psicofisico delle famiglie. È questo l’ambizioso obiettivo alla base della serie di eventi in streaming che saranno proposti nell’ambito dell’iniziativa “Occasioni di incontro”, organizzata dalla cooperativa sociale “Il gradiente” in collaborazione con il Comune di Legnago.

«Per me è un piacere essere qui con Alessandra Ramarro, che ricopre il ruolo di direttrice dell’area infanzia, minori, giovani e cultura della cooperativa sociale “Il gradiente”», ha affermato durante la conferenza stampa di presentazione della rassegna – svoltasi questa mattina a Palazzo de’ Stefani – l’assessore alle Politiche sociali e alla Famiglia, Orietta Bertolaso.

«Quando ci siamo conosciute, appena dopo il mio ingrasso in Giunta», ricorda, «abbiamo avuto modo di confrontarci su svariate tematiche. Ben presto, però, ci siamo focalizzate sul tema della famiglia». «La famiglia», sottolinea, «rappresenta il cardine sul quale si fonda la nostra società. Si tratta di un’entità che da tempo sta vivendo un periodo di crisi, acuito dalla situazione causata dalla pandemia di Covid-19». «Le famiglie non ci chiedono solo ed esclusivamente forme di aiuto economico, ma domandano anche opportunità di partecipazione alla vita pubblica, per sentirsi parte integrante della società e della comunità locale nella quale vivono», dichiara Orietta Bertolaso.

«Ritenevamo fosse quindi doveroso», aggiunge, «fornire alle famiglie le risposte da loro invocate. Risposte che vengono chieste non solo agli amministratori, com’è giusto che sia, ma anche ai soggetti – quali, ad esempio, cooperative ed enti – che operano a vario tiolo sul territorio».

Mi ha fatto estremamente piacere stilare il programma di “Occasioni di incontro” assieme ad Alessandra Ramarro», rivela, «Quando mi ha illustrato le idee che aveva sono rimasta colpita in positivo. Si spazia da proposte di carattere economico a tematiche che, invece, abbracciano la sfera del sociale e della cultura. Penso che Alessandra sia stata piuttosto coraggiosa a toccare argomenti come la violenza sulle donne, non è qualcosa di banale».

«”Occasioni di incontro” è una sfida, ma avendo avuto modo di apprezzare l’operato della cooperativa “Il gradiente” negli scorsi anni sappiamo di essere in ottime mani. Come ripeto spesso, dobbiamo riuscire a creare un tessuto, una rete. Ad Alessandra Ramarro dico: voi siete riusciti a creare un tessuto sociale e culturale, avete proprio centrato appieno quelle che sono le necessità delle famiglie», osserva.

«Ringrazio l’assessore», le fa eco la direttrice dell’area infanzia, minori, giovani e cultura della cooperativa sociale “Il gradiente”, «Nonostante sia di fresca nomina si è inserita con molta partecipazione in questo percorso che ormai si è consolidato negli anni e che, ci tengo a sottolinearlo, presenta una progettualità di rete». «“Occasioni di incontro” è partita un bel po’ di anni fa – per la precisione nel 2012 – come progetto sperimentale», rammenta Alessandra Ramarro, «Poi, da progetto sperimentale, è nata l’idea e il bisogno, in ragione delle relazioni che i servizi avevano avuto modo di sviluppare nel corso degli anni, di estendere la progettazione alle varie realtà presenti sul territorio che svolgono la funzione di agenzie educative e formative».

«Attraverso la condivisione e il dialogo è emerso il bisogno e la visione di unire le risorse, i punti di vista e i contatti per creare un progetto che fosse coordinato, e che non fosse portatore di una visione singola ma che, appunto, integrasse più visioni», argomenta. Alessandra Ramarro ha inoltre fatto presente come gli eventi non vogliano essere qualcosa di troppo distaccato e formale ma, al contrario, essere uno spazio di discussione interattivo.

“Occasioni di incontro” si compone di otto appuntamenti. Il primo, dal titolo “Famiglie e ragazzi tra lockdown e lockup: come stiamo, quanta forza abbiamo ancora?” avrà luogo stasera alle 20.30, e vedrà la presenza – nei panni di relatore – cdello psicologo don Giovanni Fasoli. CHi fosse interessato a partecipare può inviare una mail all’indirizzo di posta elettronica occasionidincontro2021@gmail.com per ricevere il link con il qualue, successivamente, collegarsi alla piattaforma Zoom.

Related Articles

Lascia un commento

Back to top button