AmbienteCronaca & Attualità

Legnago, si è insediata la Consulta per l’Ambiente

Nel tardo pomeriggio di ieri a Legnago si è insediata la Consulta comunale per l’ambiente, alla presenza del sindaco, Graziano Lorenzetti, e del dirigente comunale per l’area ambiente e servizi informatici, Nicola Freddo.

La Consulta comunale per l’ambiente era stata istituita per la prima volta nel 2016, su proposta dell’allora assessore all’Ambiente Claudio Marconi, in seguito all’abrogazione della Consulta all’ecologia; l’attuale Amministrazione, guidata dal sindaco Graziano Lorenzetti, ha ritenuto di confermare l’organismo, attualmente composto da dodici membri: Fabio Ambrosi, Maurizio Antoniazzi, Vanna Bruschetta, Marco Caregaro, Enzo Facchini, Stefano Grigolato, Manuel Masiero, Riccardo Musmeci, Renzo Sandrini, Daniele Tramarin, Maurizio Turati e Chiara Verdolin.

Durante il corso dell’incontro è stata definita la struttura interna della Consulta, che sarà composta da un coordinatore, due vice-coordinatori e due segretari. All’unanimità dei presenti, è stato nominato coordinatore Stefano Grigolato, docente di meccanica agraria al dipartimento di territorio e sistemi agro-forestali dell’Università di Padova. Come vice-coordinatori sono stati designati Maurizio Antoniazzi e Marco Caregaro. Sia il coordinatore sia i due vice avevano già maturato una precedente esperienza nella Consulta comunale per l’ambiente di Legnago tra il 2016 e il 2019, sotto la guida dell’imprenditore Paolo Steccanella, scomparso a maggio 2019. I ruoli di segreteria dell’attuale Consulta sono stati affidati a Maurizio Turati e Vanna Bruschetta.

Il sindaco Graziano Lorenzetti è intervenuto affermando che la Consulta dovrà avere un ruolo importante nelle politiche strategiche dell’Amministrazione in campo ambientale, e ha menzionato due progetti sui quali la Consulta sarà chiamata ad esprimere una valutazione. Il primo riguarda una campagna di comunicazione, promossa dal Consiglio di bacino “Verona sud”, di cui lo stesso primo cittadino legnaghese è vicepresidente, che mira da un lato a contrastare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti e dall’altro a veicolare informazioni sul loro corretto conferimento; il secondo progetto. invece, consiste nell’installazione di quindici punti di ricarica per auto elettriche e ibride nel centro storico e nei quartieri di Legnago, che offriranno possibilità di rifornimento complessivamente per un massimo di trenta auto.

Il neo-coordinatore Stefano Grigolato ritiene importante l’organizzazione di incontri tra la Consulta e i rappresentanti di Sive, Lese e Drv, che si occupano della raccolta, del trattamento e dello smaltimento dei rifiuti nel comune di Legnago.

La Consulta comunale per l’ambiente si riunirà, di norma, almeno una volta ogni due mesi all’interno della sede municipale.

Nella foto: il neo-coordinatore della Consulta comunale per l’Ambiente di Legnago, Stefano Grigolato

Related Articles

Lascia un commento

Back to top button