Cronaca & Attualità

Bovolone, l’Amministrazione mette 150mila euro a disposizione di piccole imprese e partite Iva

Sostegni economici per la ripresa delle attività colpite dalla crisi. L’Amministrazione comunale di Bovolone, con un apposito bando pubblicato a inizio estate, ha messo a disposizione 150mila euro a fondo perduto per sostenere piccole imprese e partite Iva che fanno i conti con le conseguenze della pandemia. Nei giorni scorsi si è conclusa la procedura di assegnazione; sono oltre trenta i soggetti ammessi a ricevere il contributo tra imprese fino a dieci dipendenti, lavoratori autonomi e i liberi professionisti del territorio che hanno subito nel 2020 una perdita di fatturato pari o superiore al 30% rispetto al 2019. Ciascuna impresa o partita Iva riceverà fino a duemila euro.

Dopo la decisione di ridurre la Tari per le attività che pagano le conseguenze delle chiusure forzate e la cancellazione della tassa sulla concessione di suolo pubblico per i commercianti, una nuova iniziativa del Comune per sostenere la ripresa delle attività locali.

«È nostro dovere fare il possibile per aiutare chi lavora e produce sul territorio a superare la crisi. Con questo bando diamo un contributo concreto per imprese, liberi professionisti e lavoratori autonomi che hanno subito una importante contrazione dell’attività a seguito del Covid-19», spiega il sindaco Emilietto Mirandola.

«In un momento così difficile per le nostre imprese», aggiunge Mariateresa Burato, assessore alle Attività economiche, «l’obiettivo del bando era intervenire a favore di una fascia di soggetti di piccole dimensioni che fanno i conti con pesanti perdite e con le difficoltà della ripartenza».

La graduatoria delle attività ammesse al contributo è disponibile sul sito web del Comune.

Related Articles

Lascia un commento

Back to top button