Cronaca & Attualità

Atv, controlli mirati e tolleranza zero contro le gang sugli autobus

Tolleranza zero da parte di Atv contro le gang di giovani sbandati che viaggiano abusivamente sulle corse serali dei bus, creando disturbo e una percezione di insicurezza per gli altri passeggeri. Nelle ultime settimane, infatti, si sono intensificate con preoccupante frequenza le segnalazioni e gli interventi del personale Atv chiamato a fronteggiare episodi che vedono gruppi di giovani, spesso ubriachi o comunque in stato di grave alterazione, dare luogo a situazioni di tensione a bordo dei bus dove viaggiano senza biglietto.

All’ordine del giorno gli interventi delle pattuglie dei controllori Atv, costrette spesso ad allertare polizia e carabinieri per riportare la normalità a bordo dei mezzi dove questi giovani fumano, bevono, schiamazzano, creando comprensibile disagio agli altri viaggiatori. Senza contare i ritardi causati al servizio, la sporcizia lasciata sui bus e i danneggiamenti agli arredi. Una situazione insomma sempre più preoccupante, tanto da indurre i vertici dell’azienda a mettere in campo già dai prossimi giorni contromisure adeguate per garantire la sicurezza e la regolarità del servizio di trasporto.

Quali dunque le azioni di contrasto individuate da Atv? «Abbiamo già incaricato un’agenzia qualificata di security», spiega il presidente di Atv, Massimo Bettarello, «che avrà il compito di presidiare le corse considerate maggiormente a rischio. La sicurezza dei nostri passeggeri, oltre che del nostro personale, rappresenta una priorità e in questo periodo in cui il trasporto pubblico sta già soffrendo per un’emorragia di viaggiatori dovuta all’emergenza sanitaria, non ci possiamo permettere un’ulteriore disaffezione a causa dei fastidi causati da qualche gruppetto di teppisti turbolenti».

«Questi fenomeni pertanto non saranno più tollerati e la loro repressione sarà particolarmente severa, ovviamente agendo sempre nei limiti di quelle che sono le possibilità di intervento previste dalla legge per un’azienda di trasporto pubblico. Già dai prossimi giorni gli agenti saranno chiamati a tenere sotto controllo i mezzi con funzione di vigilanza e prevenzione, ma saranno pronti ad intervenire con un’azione di repressione particolarmente determinata in caso di allerta da parte del personale aziendale», annuncia Bettarello.

Sono soprattutto le ultime corse della sera delle linee in partenza da Verona verso la Pianura e l’Est della provincia ad essere frequentate da teppisti che viaggiano in branco infastidendo gli altri viaggiatori con atteggiamenti aggressivi e provocatori, come conferma il direttore generale di Atv, Stefano Zaninelli.

«La situazione creata a bordo dei bus da questi facinorosi», afferma, «sta diventando insostenibile, come dimostra l’ultimo episodio che risale alla sera di sabato scorso: sulla corsa delle 20.05 della linea 144 diretta a Legnago, un gruppo di extracomunitari, tutti senza biglietto e in stato di evidente ubriachezza è arrivato a minacciare esplicitamente i nostri controllori che chiedevano loro il titolo di viaggio. Ma sono purtroppo ormai frequenti anche le risse, che talvolta hanno causato ferimenti tra i contendenti. La misura ormai è colma, e abbiamo quindi deciso di intervenire con fermezza prima che la situazione possa degenerare e sfuggire di mano, facendo accadere qualcosa di più grave».

Related Articles

Lascia un commento

Back to top button