Sport

Con la Pro Sesto è di fatto l’ultima spiaggia per il Legnago Salus

E’ davvero una partita “decisiva tra le decisive”, quella che il Legnago Salus affronterà domenica a partire dalle 17.30, quando scenderà in campo sul terreno di gioco della Pro Sesto, in quella che una volta era la “Stalingrado d’Italia”. Contro i lombardi, infatti, la squadra di mister Giovanni Colella si giocherà probabilmente l’ultimo vero jolly per poter sperare, concretamente nella salvezza, al di là del fatto che la matematica potrebbe tenere in gioco i biancazzurri fino all’ultima giornata.

I ragazzi del Bussè arrivano a questa sfida non certo con il morale alle stelle, dopo la bruciante sconfitta interna di una settimana fa contro il Fiorenzuola. Un match, che a sua volta, già rappresentava una sliding door importante per i destini di capitan Bondioli e compagni.

A maggior ragione per il fatto che le sfide incrociate tra le altre squadre pericolanti erano finite tutte in pareggio, e vincere avrebbe dato una sferzata importante alle chance salvezza dei legnaghesi. Che, invece, sono ancora ultimi in classifica a tre punti dalla squadra che li precede, la Giana Erminio, contro la quale però lo scontro diretto è a favore.

Ma agguantare e quindi, di fatto, superare la squadra di Gorgonzola (che dovrà far visita alla corrazzata Padova, seconda in classifica a soli due punti dalla capolista Südtirol, peraltro appena superato a Bolzano nella finale di Coppa Italia di Serie C) potrebbe non bastare per giocarsi tutto ai play-out, dato che un distacco pari o superiore agli otto punti in classifica rispetto alla quintultima comporterebbe comunque la retrocessione.

Quindi, il Legnago deve sì innanzitutto cercare di fare più punti possibili nelle prossime tre gare, ma anche sperare sempre di più nei passi falsi altrui.

Essenziale, in ogni caso, sarà vincere lo scontro diretto di domenica, per il quale Colella ha recuperato praticamente tutti gli acciaccati, con il solo Enrico Rossi ancora in dubbio.

Stando così le cose, il “Sergente” dovrebbe schierare Corvi in porta e, davanti a lui, una linea difensiva composta da Ricciardi, Bondioli, Stefanelli (anche perché Gasparetto è squalificato e Pellizzari non ancora al 100%) e Pitzalis.

A centrocampo potrebbe esserci qualche novità, rispetto a settimana scorsa, con il rientro dal primo minuto di almeno uno tra Lollo e Antonelli, che andrebbe così a marcare la sua centesima presenza in maglia biancazzurra.

Come metodista dovrebbe essere confermato Yabre, ed è quindi sulle mezzali che il faro è puntato: possibile la panchina per Paulinho, mentre per Giacobbe potrebbe essere l’avanzamento sulla trequarti.

In questo caso, potrebbe farne le spese uno tra Contini e Sgarbi. O entrambi, se l’autore del momentaneo 1-2 con il Fiorenzuola dovesse essere messo a sostegno della coppia “pesante” formata da Buric e dal rientrante Juanito Gomez.

Related Articles

Lascia un commento

Back to top button