Arte & Cultura

Cerea, un libro in regalo ai nuovi nati

“Leggimi perché mi fa bene!”, è il nome del progetto presentato nei giorni scorsi in sala consiliare, promosso dall’assessorato all’Istruzione e alla Sanità, con il patrocinio di “Nati per leggere” e in collaborazione con la Fondazione della Comunità del Territorio di Cerea e l’Aft. I genitori che registrano i nuovi nati in Anagrafe riceveranno una brochure informativa, con allegato un buono che consentirà di ottenere in regalo un libro in biblioteca comunale.

Il progetto è finanziato dalla fondazione, grazie al contributo, oltre che del Comune, degli imprenditori di Cerea e di liberi cittadini. L’incontro, a cui ha preso parte l’ideatrice dell’iniziativa Fabrizia Polo, è stata l’occasione per assistere alle prove aperte del Corodoro, promosso dall’associazione “Nel segno di Anna”. L’esibizione si è aperta con “Buon Natale a tutti quanti”, il primo brano ufficiale del Corodoro, prodotto dal maestro Leonardo Maria Frattini e presentato per la prima volta dal vivo durante il concerto dell’11 dicembre al Teatro Salus, a Legnago.

La canzone, pubblicata il 1° dicembre su YouTube, è disponibile e scaricabile dalle piattaforme digitali Spotify, Apple, Deezer e Amazon. «“Leggimi perché mi fa bene!” – spiega l’assessore all’Istruzione Lara Fadini – promuove la lettura precoce, ovvero leggere delle storie ai bambini fin da quando sono piccolissimi, e rientra in un’iniziativa più ampia di prevenzione alla salute portata avanti da Aft e dalla Fondazione».

«Si tratta – prosegue Fadini – di un progetto pilota nella Pianura veronese, che presto verrà esteso anche ad altri Comuni. L’obiettivo è anche quello di incentivare le famiglie ceretane a frequentare la biblioteca. «L’auspicio è che per i genitori diventi una prassi quella di leggere dei racconti fin dalla tenera età». Secondo alcuni studi connettere un’esperienza positiva alla lettura significa creare possibili futuri lettori. I piccoli sviluppano con maggiore probabilità la passione per i libri e la lettura anche da adulti».

Il buono libro si aggiunge al pacco dono, contenente dei prodotti naturali adatti alle delicate pelli dei piccoli, che l’amministrazione comunale di Cerea consegna alle famiglie dei nuovi nati. «La nascita di un figlio – conclude l’assessore – è un momento unico e indimenticabile, l’inizio di un nuovo percorso che vogliamo celebrare per testimoniare la nostra vicinanza alle famiglie, cellula fondante della nostra società e speranza nel futuro. Abbiamo la fortuna sul territorio di avere una biblioteca comunale all’avanguardia, molto ricca di testi di narrativa per bambini, oltre al privilegio di avere tutte le scuole di ogni ordine e grado con una biblioteca interna. L’auspicio è che possa diffondersi a Cerea la cultura della lettura e che questa possa coinvolgere direttamente i nostri cittadini più piccoli».

Related Articles

Lascia un commento

Back to top button