Arte & Cultura

L’impegno di Anas nelle scuole contro l’alcolismo

Riparte oggi “Non troppo piccoli per parlare di alcool”, progetto che mette in guardia i giovanissimi delle scuole veronesi dai danni provocati dall’alcool. Il primo incontro è stato programmato nell’Istituto comprensivo n° 5 “Santa Lucia” di Verona dai volontari di Anas (Associazione nazionale azione sociale) e dagli Alcolisti anonimi.

L’assemblea inizia con la proiezione di alcune immagini con base scientifica sugli effetti negativi dell’alcool, e verranno inoltre illustrati i motivi per cui è sconsigliata l’assunzione. La presentazione verrà esposta da un volontario Anas; successivamente i ragazzi sentiranno la testimonianza di una persona che ha vissuto il problema in prima persona che fa parte degli alcolisti anonimi. Oltre alla testimonianza, ci sarà il racconto di un familiare di alcolisti, che spiegherà come viene vissuto questo problema in famiglia. Nella parte finale verrà lasciato spazio alle domande dei ragazzi.

Il portavoce di Anas Francesco Bitto, che sarà presente anche ad alcuni incontri, ha tenuto a dichiarare: “C’è tanta voglia di tornare alla normalità anche nel mondo scuola, e i progetti non possono essere lasciati nel cassetto ancor più se toccano tematiche che sono ancor più devastanti perché non hanno una temporaneità, ma sono quasi costanti nel tempo tra i giovani. Ringrazio le scuole che hanno chiesto il nostro intervento, perché seguendo i giusti protocolli i nostri ragazzi devono ricevere le giuste informazioni e questo aspetto non è derogabile”.

Il progetto è inserito tra quelli proposti dalla Rete cittadinanza e Costituzione delle scuole di Verona e provincia.

Related Articles

Lascia un commento

Back to top button