Politica

Isola Rizza, la Lega attacca il sindaco Calò per aver fatto visita agli ospiti della Fondazione Luigi Ferrari

Un gesto che, nelle intenzioni di chi l’ha compiuto, doveva trasmettere sostegno e vicinanza alle persone più fragili da parte delle istituzioni e che, invece, ha dato origine ad una dura polemica politica. Venerdì 17 dicembre il sindaco Vittoria Calò, accompagnata dall’assessore con delega alle Politiche sociali, Cultura e Famiglia Samantha Manara, si è recata alla Fondazione Luigi Ferrari per salutare gli ospiti, consegnando loro un presente a nome dell’Amministrazione comunale.

L’iniziativa non è per nulla piaciuta agli esponenti della locale sezione della Lega che, attraverso i propri canali social ufficiali, hanno pesantemente attaccato la prima cittadina. «Una domanda sorge spontanea», scrivono, «Ci troviamo in un momento di pandemia difficile e delicato, dove i parenti degli ospiti della casa di riposo possono, salvo casi eccezionali, vedere i loro cari solo tramite il tunnel degli abbracci. In una situazione di questo tipo può un sindaco chiedere di entrare in casa di riposo per poter avere un momento di visibilità? Un sindaco deve dare l’esempio, sempre e in ogni caso. Il nostro sindaco invece non si preoccupa di mettere davanti alle sue necessità quelle degli ospiti».

«Non critichiamo la voglia di un sindaco di mettersi in mostra (c’è chi vive per l’apparenza e non è una colpa), ma l’opportunità di entrare in un ambiente sensibile in un periodo così difficile», attaccano. «Se noi avessimo un parente in casa di riposo e non lo potessimo vedere per motivi di sicurezza sanitaria», sostengono, «foto come questa farebbero molto molto male. Non entriamo nel merito della spettacolarizzazione dell’uso della fascia tricolore, lasciamo valutare agli altri».

La Giunta, per il momento, ha scelto di non replicare pubblicamente. I vertici della Fondazione Luigi Ferrari, dal canto loro, subito dopo la visita del sindaco Calò e dell’assessore Manara avevano diffuso un messaggio di ringraziamento.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Pulsante per tornare all'inizio