Sport

Legnago Salus, ora nulla è impossibile, ma serve l’1 fisso

Penultima di campionato e ultima, almeno per la stagione regolare, al “Mario Sandrini” per il Legnago Salus, che nel turno pasquale affronta l’AlbinoLeffe. Contro i seriani, sconfitti all’andata per 2-1 in rimonta grazie alle reti di Juanito Gomez e Gianluca Contini, i biancazzurri si giocano moltissimo delle loro speranze di prolungare l’annata, andando a giocarsi tutto ai play-out.

Una condizione data dalla bella vittoria di settimana scorsa a Sesto San Giovanni, combinatasi con i risultati sperati sui campi che vedevano impegnate le altre rivali nella lotta per la salvezza. E, alla quali, la squadra di mister Colella dovrà ancora prestare attenzione, perché non basta semplicemente evitare l’ultimo posto in classifica per non tornare in Serie D, dato che un distacco maggiore di 8 punti dalla quintultima condanna alla retrocessione diretta anche la penultima.

Calcoli di cui ovviamente bisognerà tener conto, ma ai quali i ragazzi in campo non dovranno certo pensare, limitandosi a dare il tutto per tutto pur di superare gli avversari di giornata. Che si trovano in una condizione particolare, essendo a un paio di punti dai play-off, ma ancora a rischio play-out.

Per farlo, fortunatamente, il “Sergente” avrà a disposizione praticamente tutta la rosa salvo il terzino sinistro Enrico Rossi, appena rientrato da un infortunio, ma con ancora troppi allenamenti per essere rischiato.

Il tecnico trevigiano dovrebbe schierare una formazione non molto diversa da quella che ha avuto la meglio sulla Pro Sesto, quindi con Corvi in porta, protetto da una linea a quattro che, da destra a sinistra, dovrebbe veder giocare Maggioni, Pellizzari, Bondioli e Ricciardi.

A centrocampo, l’unico sicuro di una maglia pare essere Antonelli, che prima del match sarà premiato per aver tagliato il traguardo delle cento presenze in maglia biancazzurra.

Con lui, schierato nel ruolo di mezzala destra, ci saranno uno tra Salvi e Yabre come metodista, mentre per il ruolo di interno sinistro il ballottaggio è addirittura a tre. Infatti, oltre ai contendenti “naturali” Lollo e Paulinho, va preso in considerazione anche Mirko Giacobbe, che potrebbe essere arretrato rispetto alla sua classica posizione da trequartista, per un Legnago dall’assetto particolarmente offensivo.

In attacco, infine, il punto fermo dovrebbe essere Gianluca Contini, il cui partner è stato finora Nikola Buric. Il croato, però, non ha brillato nelle prime due uscite del Colella-bis, e potrebbe essere quindi relegato in panchina, con l’utilizzo dal primo minuto, oltre che di Giacobbe a supporto del tandem d’attacco, di uno tra Alberti e Sgarbi.

Se non addirittura di entrambi, qualora Colella optasse per la formula super offensiva, con Giacobbe a centrocampo. Più difficile vedere dall’inizio Juanito Gomez, rientrato a sua volta da un infortunio, e che pare non avere nelle gambe troppi minuti a disposizione, venendo però più che buono come arma a partita in corsa, viste le note qualità e il curriculum importante.

Related Articles

Lascia un commento

Back to top button