Arte & Cultura

Cala il sipario sulla prima edizione del “Verona green movie land”

Nella tarda mattinata di sabato 26 novembre, nella sede della Camera di Commercio di Verona, è andato in scena l’evento conclusivo del progetto “Vgml – Verona green movie land”, nel corso del quale è stato stilato un bilancio relativo ai sei festival – Bardolino Film Festival, Teodorico Summer Fest, Film Festival della Lessinia, Legnago Film Festival, Valpolicella Film Festival e Soave Film Festival – svoltisi quest’anno.

«Questi mesi di programmazione sono stati un’occasione speciale per compiere un viaggio verso luoghi e culture lontane, portando alla luce i drammi di questo nostro pianeta, per confrontarci con il passato, il presente e il futuro», sottolinea Alessandro Anderloni, direttore artistico di Vgml.

«Abbiamo avuto in questo viaggio un grande alleato nella Camera di Commercio», spiega Renato Cremonesi, presidente di MyPlanet2050 Aps e del Film Festival della Lessinia, «lungimirante nel riconoscere il valore della cultura per la formazione di cittadini consapevoli e la promozione del territorio, scenario anche di tanti film famosi».

«Gli organizzatori del “Verona green Movie Land” hanno messo a terra un’efficace valorizzazione e promozione sostenibile dell’offerta culturale materiale e immateriale veronese, anche in chiave di crescita dell’economia del turismo», afferma Paolo Tosi, vicepresidente della Camera di Commercio. «Per questo», aggiunge, «la Camera di Commercio ha co-finanziato l’iniziativa. Questo è un concreto esempio di come stiamo portando avanti l’attività della Destination Verona & Garda Foundation. La Fondazione si propone di promuovere lo sviluppo del turismo nell’ambito della provincia di Verona e di valorizzare l’immagine delle due destinazioni “Lago di Garda”, “Città di Verona”, e dei 4 marchi di area della provincia scaligera “Lessinia”, “Pianura dei Dogi”, “Soave-Est Veronese”, “Valpolicella”, anche in relazione alle progettualità specifiche dei singoli territori».

Per ciò che concerne la Pianura veronese, la prima edizione del “Legnago Film Festival” (4-7 ottobre) è stata dedicata alla musica e al suono per il cinema e nel cinema. Fra gli ospiti il musicista Mauro Ottolini con la sua Sousaphonix Orchestra, il giornalista Domenico Agasso con un aperitivo musico-letterario con un incontro dal titolo “Armonia: colonna sonora e gioia della vita” che ha ripercorso le parole di Papa Francesco e, ancora, il cantautore Massimo Bubola che ha presentato il suo libro freschissimo di stampa “Sognai talmente forte” (Mondadori, 2022), omaggio a Fabrizio De André. Nell’ultima serata, Pierluigi Pietroniro e Alessandro De Rosa hanno omaggiato il Premio Oscar Ennio Morricone. Il Festival ha inoltre dedicato un’ampia programmazione ai più giovani con tre sezioni di proiezione al mattino per le scuole.

Related Articles

Lascia un commento

Back to top button