Sport

Calcio, Sambou non si ferma più e il Legnago vince anche in Serie D

Debutta con il sorriso anche in campionato, il Legnago Salus di Massimo Donati che, dopo aver passato brillantemente i due turni preliminari di Coppa Italia di Serie D, ieri si è imposto anche nella prima giornata del girone C della quarta serie. I biancazzurri, di rosso vestiti, si sono portati a casa l’intera posta superando per 2-0, tra le mura amiche del “Mario Sandrini”, i trevigiani del Montebelluna.

A firmare il successo dei ragazzi del Bussè ci ha pensato, tanto per cambiare, Boubacarr Sambou, autore di una doppietta nel primo tempo. Per l’attaccante gambiano, classe 2000, si è trattato della quarta e della quinta rete in tre partite, che lo hanno già fatto diventare il beniamino dei tifosi, specie dei più piccoli, grazie anche a quel grande sorriso che sfoggia ogni volta che deposita il pallone alle spalle dei portieri avversari.

Il ragazzo ha saputo sfruttare al meglio l’occasione capitatagli in questo primo scorcio di stagione, che ha visto fermarsi ai box prima del debutto ufficiale Luca Cognigni, nelle gerarchie iniziali individuato come il partner ideale del capitano Daniele Rocco, elemento imprescindibile nello scacchiere di Donati.

Che, d’altro canto, può contare su una rosa completa e competitiva in tutti i ruoli del suo 3-5-2 fatto di intensità e contrattacchi immediati. Ecco, quindi, che può permettersi di giostrare un turnover efficace, con elementi come Sbambato che, nella difesa a tre, può fare tanto il braccetto destro quanto il centrale.

Sugli esterni, Muteba e Marcellusi a destra, così come Mazzali e Zarrillo a sinistra offrono ampie garanzie e, grazie alla giovanissima età di quest’ultimo (è un 2005), appena arrivato da Benevento, l’allenatore può anche schierare un terzetto di centrocampo tutto “over”, quando Kenneth Van Ransbeeck tornerà a pieno regime dopo alcuni problemini fisici, andato a comporre una mediana potenzialmente tra le migliori della categoria con Bernardini e Baradji.

L’occasione potrebbe arrivare già domenica, quando il Legnago Salus sarà chiamato al suo primo “big match” stagionale, essendo di scena al “Ballarin” di Chioggia, contro quell’Union Clodiense che ha mancato di un soffio il salto di categoria, qualche mese fa, nello scontro diretto contro l’Arzignano all’ultima giornata.

La squadra granata, allenata da quell’Antonio Andreucci che aveva portato il Campodarsego al successo in campionato tre stagioni fa, quando poi i patavini rinunciarono e in Serie C andò proprio il Legnago, sono partiti con un mezzo passo falso, non andando oltre lo 0-0 in casa del Cjarlins Muzane, formazione sempre ostica.

E’ solo la seconda di campionato, ma potrebbe già essere una sfida che dice molto su cosa può fare il Legnago Salus di Massimo Donati in questa stagione.

Related Articles

Lascia un commento

Back to top button